G.A.S·

sabato 4 maggio 2024

Regolamento

Regolamento del Gruppo di Acquisto Solidale (G.A.S.) - L'Ortazzo - Trento

Regolamento

L’Ortazzo -“l’Orto Biologico di Caldonazzo”-

Regolamento del Gruppo di Acquisto Solidale (G.A.S.)

Art. 1 Generalità

  1. Il G.A.S. dell’Ortazzo è un’iniziativa dell’Associazione di promozione sociale “L’Ortazzo”. L’adesione a questo Gruppo comporta l’automatica iscrizione all’Associazione.

  2. Il socio che aderisce al G.A.S. dichiara di condividerne finalità e metodi e si impegna a rispettarne il carattere solidaristico.

  3. La quota sociale annuale al G.A.S., comprensiva dell’iscrizione all’Associazione, è definita dal Consiglio Direttivo dell’Associazione, e ha lo scopo di finanziare i costi e le iniziative del G.A.S. e dell’Associazione.

  4. Le prestazioni dei soci per i fini del G.A.S. sono da ritenersi di volontariato e quindi gratuite.

Art. 2 Suddivisione in sezioni di acquisto e numero massimo dei soci ammessi

  1. Il socio del G.A.S. È inteso come famiglia, indipendentemente dal numero di componenti del suo nucleo famigliare. Ogni componente della famiglia può partecipare alle assemblee ed in caso di votazioni la famiglia ha diritto ad un solo voto.Nel momento in cui il numero di soci attivi renda difficile la gestione operativa e la coerenza con gli obiettivi sociali del Gruppo, sarà predisposta la divisione in 2 o più gruppi di acquisto. Ciascun gruppo di acquisto diventerà operativo con un minimo di 15 soci. Il funzionamento organizzativo e logistico in presenza di più gruppi dovrà essere definito da apposito regolamento.

  2. Il Direttivo ha la facoltà di proporre la divisione in più associazioni se riterrà che il numero di soci del G.A.S. raggiunto comprometta la gestione armonica delle attività Statutarie.

Art. 3 Diritti e doveri dei soci

  1. La partecipazione alle attività dell’Associazione e del G.A.S. è al tempo stesso un diritto e un dovere del socio, compatibilmente con le sue attitudini e disponibilità. Il rapporto associativo è volontario, non retribuito e fondato esclusivamente sulla collaborazione.

  2. Ogni socio del G.A.S. è chiamato a dare il suo valido apporto partecipando attivamente alle attività dell’Associazione e/o del G.A.S. e ogniqualvolta si renda necessario il suo contributo. Ciò al fine di sottolineare la totale volontarietà dell’attività svolta da ogni socio in seno all’Associazione e la mancanza di distinzioni o privilegi di alcun genere tra gli associati.

  3. L’Assemblea dei Soci del G.A.S. può deliberare di escludere un socio dall’attività del G.A.S. qualora questi non si sia mai reso disponibile a collaborare in nessun modo né con il G.A.S. né con l’Associazione.

  4. Ogni anno nel mese di marzo verrà effettuata una verifica sui soci che non hanno ancora rinnovato l’iscrizione, inviando un preavviso. I soci che entro un mese dal ricevimento dell’avviso non avranno ancora rinnovato la propria iscrizione verranno disabilitati dal sistema gestionale e in caso volessero successivamente reiscriversi dovranno pagare la quota iniziale.

Art. 4 Ammissibilità dei prodotti e dei fornitori

  1. Nuovi prodotti possono essere oggetto di possibile acquisto collettivo e nuovi produttori possono essere ammessi dal gruppo di acquisto se approvati dalla maggioranza dei partecipanti alle riunioni o dopo aver raccolto sufficiente interesse attraverso consultazione via mail. I produttori proposti dovranno rispettare i criteri fondanti dell’Associazione e del G.A.S. quali ad esempio rispetto dell’ambiente, legalità, rispetto dei lavoratori, filiera corta, trasparenza, rispetto per gli animali, qualità e salubrità dei prodotti.

Art. 5 Ordini

  1. Il socio che è referente di un prodotto apre l’ordine attraverso il sistema gestionale, inviando automaticamente a tutti una e-mail che avvisa della scadenza. Entrando nel sistema gestionale il socio può accedere al listino e alla scheda di presentazione dell’azienda, lì compila e invia il proprio ordine e riceve una mail di conferma. Tra la data della compilazione e quella della scadenza dell’ordine sarà ancora possibile modificare l’ordine.

Art 6 Costi di trasporto, distribuzione e ritiro dei prodotti

  1. Il referente del prodotto avvisa tutti, attraverso mail e/o messaggi telefonici dei tempi e luoghi per il ritiro.

  2. Il costo del trasporto di ogni singola consegna verrà addebitato in modo proporzionale alle singole ordinazioni.

  3. Il socio che effettua un ordine è tenuto a ritirare i prodotti ordinati presso il referente che si occupa della distribuzione ed è obbligato a pagarli con le modalità previste.

  4. I fornitori effettueranno la consegna in un solo luogo, da definirsi volta per volta. È compito dei soci prelevare i prodotti ordinati nel più breve tempo possibile o di avvisare tempestivamente quando impossibilitati a farlo.

  5. Il socio che si incarica della distribuzione dei prodotti stabilisce il luogo e i tempi della distribuzione in modo da agevolare l’accesso da parte dei soci ordinanti e ne dà avviso ad essi quanto prima. Egli inoltre custodisce i prodotti. I soci ordinanti si recano a ritirare i prodotti rispettando i tempi previsti con la massima puntualità (specialmente se il prodotto è deperibile). Se impossibilitato al ritiro, il socio ordinante dà avviso al socio che distribuisce e concorda un diverso appuntamento, accettando il prodotto nello stato in cui si trova. In ogni caso, trascorsi 20 giorni dal termine fissato per la prima distribuzione il socio che si incarica della merce non è più tenuto a rispondere della stessa. Nel caso di prodotti freschi o deperibili il termine fissato per il ritiro è di 2 giorni, trascorsi i quali il socio ordinante non potrà più pretendere la consegna dei prodotti.

  6. Nel caso di prodotti deteriorati o difettati il referente dovrà adoperarsi presso il produttore o fornitore per una soluzione soddisfacente. In nessun caso il socio referente potrà ritenersi responsabile qualora il produttore non voglia andare incontro al socio che ha subito il danno.

  7. Ogni acquirente deve farsi carico dell’eventuale imballo per prelevare adeguatamente la merce al momento della consegna.

Art. 6 Modalità di pagamento

  1. Il gestionale adottato permette di aggregare mensilmente in un’unica nota spese tutti gli ordini effettuati dal socio. A fine mese arriverà una mail con la specificazione di tutti gli ordini. Dall’arrivo della mail il socio ha tempo qualche giorno per controllare che il totale corrisponda agli ordini effettuati. Dopo la metà del mese successivo alla consegna dei prodotti partirà automaticamente un bonifico, attraverso SDD, dal conto del socio a quello dell’Ortazzo, che comprenderà già le spese del SDD.

Caldonazzo, 28 gennaio 2013

Aggiornato 5 marzo 2018